Web Agency Napoli
Proust
home / News /

FattoreD

FattoreD

FattoreD

Dal titolo del libro di Maurizio Ferrera, Fattore D, condividendone a pieno il sottotitolo, perché il lavoro delle donne farà crescere l'Italia.

In questi difficili tempi, il flusso vitale che sembra non arrestarsi mai, l'energia inesauribile che sta sostenendo e dando vita a tanti sogni, progetti, nuove iniziative, abita prevalentemente nelle donne.

L'intento di questa mostra è quello di rendere loro omaggio, mostrando come ognuna in qualche modo rappresenti un proprio universo, a sua volta capace di generarne dei nuovi.

Così l'artista Raffaella Campolieti, che da anni lavora sui volti delle donne, porterà in mostra dieci ritratti.
Non saranno le sue Consorti dei Borbone, le venexiane famose, le attrici della sua Belle Epoque o Les Femmes de Proust; saranno invece donne "comuni"; che per qualche motivo hanno colpito l'artista; che con la sua pennellata rapida, immediata, e nello stesso tempo ricercata ed elegante, ne ha catturato l'essenza.

Dieci jewelry designers, attraverso le loro creazioni, in esclusiva per la mostra, ne esalteranno i diversi caratteri e ne celebreranno la bellezza:

Rosalba Balsamo (Napoli), ricava dalla materia grezza, con un'evidente abilità plastica, forme astratte e purificate. Paola Barrotta (Lecce), rielabora le sapienze della più ricercata tradizione orafa in originalissime e contemporanee creazioni.

Silvia Beccaria (Torino), riecheggia nelle sue creazioni l'eleganza e la bizzarria di antiche gorgiere. Patrizia Casamirra (Roma), passato da fotografa che emerge dalle sue produzioni, frutto di un sapiente Ogioco di proporzioni tra forma e luce.

Sandra Dipinto (Napoli), artefice, con materiali innovativi e forme inusuali, di eleganti gioielli dal ricercato disegno contemporaneo.

Francesca Gabrielli (Roma), autrice di avanguardia di esclusivi gioielli di grande ricercatezza. Michele lodice (Napoli), artista internazionale, "materializza" il suo linguaggio in un monile altamente decorativo.

Simona Ottieri (Napoli), costruisce il gioiello come una sua raffinata architettura.

Cristiana Sorrentino (Napoli), la cui opera è rivolta ai giorni nostri, con uno sguardo attento e non comune alle tendenze del momento.

Agostino Vitolo (Napoli), ispirato e "spiritoso" designer, capace di dare forma e sostanza alla sua spiccata creatività.

In mostra anche il lavoro di "Woman's hands" di Clara Garesio, ceramista per sua stessa definizione, "artiere", ovvero artigiana-artista, secondo Enzo Biffi Gentili, mani su cui sono raccontati, con splendidi smalti, parti dei tanti universi femminili.